Invest in Emilia-Romagna | Regione Emilia-Romagna |

Smart governance e semplificazione



La Regione Emilia-Romagna promuove la semplificazione, la trasparenza e la legalità in modo da garantire una governance efficiente e affidabile, con procedure facili e veloci per le imprese e i cittadini.

Il territorio è governato a livello regionale dalla Regione Emilia-Romagna, ed è costituito da 334 comuni raggruppati in una città metropolitana (Bologna) e 8 province (Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia and Rimini), con una popolazione totale di quasi 4,5 milioni di residenti.


Regione smart

L’Emilia-Romagna è la prima regione italiana in base al Digital Economy and Society Index (DESI) elaborato da Ernst&Young nel 2016. L’indice riassume un set di circa 30 indicatori in cinque dimensioni principali: connettività, capitale umano, uso di Internet, integrazione delle tecnologie digitali per il business e servizi pubblici digitali.

Bologna si posiziona al primo posto nello Smart City Index 2016 (fonte: Ernst & Young) e al secondo nel ICity Rating 2017 (fonte: ForumPA). Questi due indici, che considerano l’intero territorio italiano, sono basati su indicatori legati a diverse tematiche, tra cui: economia, governance, copertura banda larga, mobilità, innovazione, qualità della vita, green economy, ecc. E’ importante evidenziare che i 9 capoluoghi regionali si posizionano in cima a livello nazionale, su un totale di città considerate superiore a 100 (vedi la tabella seguente).



La rete a banda larga per le pubbliche amministrazioni

Lepida Spa è la rete a banda larga per le pubbliche amministrazioni in Emilia-Romagna, che garantisce la connettività per l’intera regione, dall’Adriatico agli Appennini, sostenendo efficienti servizi di e-government per le imprese. Tutti gli enti locali hanno email certificata (PEC) e tutti i 334 comuni offrono almeno un servizio online.


Copertura territoriale della banda larga

L’Emilia-Romagna fa registrare un elevato livello di copertura della rete a banda larga, che garantisce la connettività dell’intero territorio.




Gestione dei fondi dell’Unione Europea

Il governo regionale ha sempre fatto registrare un eccellente trend nella gestione dei fondi europei, posizionandosi primo in Italia per la capacità di spendere le risorse assegnategli dall’UE. I fondi europei per il periodo 2014-2020, insieme al co-finanziamento nazionale, assegnano all’Emilia-Romagna un ammontare di 2.500 milioni di euro.


Semplificazione delle procedure per le imprese

Tutte le procedure richieste per registrare un’impresa sono ora disponibili online attraverso un unico procedimento, la “Comunicazione Unica” - ComUnica, che permette ai richiedenti di iniziare la propria attività imprenditoriale il giorno stesso.

La rete regionale dei SUAP è costituita da 334 Sportelli Unici per le imprese, disponibili per tutti i comuni della regione. Ogni sportello fa riferimento a un comune specifico o a una associazione di comuni. L’obiettivo è quello di semplificare le pratiche burocratiche, garantendo tempi certi per il completamento delle procedure, dando così la possibilità alle imprese di pianificare al meglio le loro attività. Lo sportello assiste le imprese fornendo una singola procedura online, gestita da un unico ufficio, per ottenere autorizzazioni e licenze che riguardano la salute, la sicurezza, la protezione dell’ambiente, l’inquinamento e l’urbanistica


L’Accordo per l’Insediamento e lo Sviluppo

L’Accordo per l’Insediamento e lo Sviluppo  (Legge Reg. 14/2014) fornisce incentivi e supporto che possono essere finalizzati anche alla costruzione di infrastrutture pubbliche e all’attivazione di servizi sociali collegati al progetto d’investimento. Viene così semplificata la relazione tra l’investitore e gli enti locali coinvolti e allo stesso tempo vengono garantiti tempi certi. Sono inoltre forniti incentivi per investimenti di elevato interesse regionale. Per maggiori informazioni cliccare qui.


Startup innovative


Nel Registro Imprese della Camera di Commercio nazionale, 708 startup innovative (luglio 2016), posizionandosi come la seconda regione italiana per valore assoluto. Per maggiori informazioni cliccare qui.


Strategia di promozione Investimenti Diretti Esteri (IDE)

Il rapporto "Città e Regioni Europee del Futuro 2016/17”, pubblicato dalla sezione del Financial Time specializzata in investimenti esteri, ha premiato l’attrattività dell’Emilia-Romagna nelle seguenti sezioni: ‘Top 10 regioni sud Europa’, ‘Top 10 regioni europee di grandi dimensioni – Strategia IDE’.




Nuovo modello territoriale (legge regionale 13/2015)

La legge regionale punta a costruire un nuovo modello di governance territoriale che pone le premesse per lo sviluppo del sistema territoriale nel suo complesso, definendo il nuovo ruolo istituzionale che dovranno avere Regione, Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni, in una cornice ispirata al principio di massima integrazione tra tutti i livelli istituzionali.

L’impostazione strategica si fonda su questo assetto generale di funzioni:

  • Regione: indirizzo, pianificazione e controllo
  • Città Metropolitana di Bologna e Province: governo di area vasta
  • Comuni e loro Unioni: governo di prossimità


 

 

Strumenti personali

Invest è realizzato da Ervet s.p.a su incarico della Regione Emilia-Romagna

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - P.I. 00569890379 - fax 051/6450310 - e-mail: investinemiliaromagna@ervet.it - info@ervet.it