Invest in Emilia-Romagna | Regione Emilia-Romagna |

Logistica

L’Emilia-Romagna è un nodo strategico per il sistema delle infrastrutture di trasporto che collegano l’Europa centrale con l’Italia meridionale, il nord Europa e i paesi dell’area dell’Adriatico e del Mediterraneo. La regione è collegata alla ‘Rete Trans-Europea di Trasposto’ attraverso i corridoi internazionali ‘Scandinavo-Mediterraneo’, ‘Baltico-Adriatico’ e ‘Mediterraneo’.

Le imprese in Emilia-Romagna hanno accesso ai mercati esteri sia in Europa che a livello globale. La mappa in questa pagina mostra il valore di interscambio commerciale (import + export) tra la regione e il paese di riferimento nel 2015.


Start Up



La rete dei trasporti è diffusa in tutto il territorio regionale. La mappa seguente mostra solo le infrastrutture principali.


Start Up



  • La via Emilia

La via Emilia attraversa la regione da sud-est a nord-ovest, è posizionata tra l’area pianeggiante e quella montana del territorio emiliano-romagnolo e segue lo stresso percorso dell’omonima antica strada romana. Lungo la via Emilia troviamo la maggior parte dei capoluoghi di provincia, un’alta concentrazione di attività produttive e i principali nodi logistici regionali (es.: Bologna, Modena, Parma e Piacenza).

  • Aeroporti

Sono tre gli aeroporti internazionali in Emilia-Romagna: il “Guglielmo Marconi” di Bologna è il principale nodo regionale per il trasporto aereo, gli altri aeroporti sono quello di Parma e Rimini. Nel 2015, l’aeroporto di Bologna ha gestito un flusso di oltre 6,9 milioni di passeggeri. Le merci per via aerea gestite solo nel mese di luglio 2016 ammontano a 3.200  tonnellate. La crescita media annuale dei passeggeri dell’aeroporto Marconi nel periodo 2009-2014 è stata del 6,6% (rispetto a una media italiana del 2,9% ed europea del 3,3%). L’aeroporto di Forlì non è attivo al momento.

  • Rete ferroviaria

La rete ferroviaria regionale si estende per 1.400 km con una densità di 48,8 km di linee per 1.000km2. Nel 2015 sono state trasportate 18,2 milioni di tonnellate di merci via treno mentre la capacità totale del sistema regionale arriva fino a 30 milioni di tonnellate. Ci sono interporti e centri logistici diffusi su tutto il territorio regionale. Gli interporti principali sono a Bologna e Parma (Cepim). I centri logistici principali sono a:  Piacenza, Marzaglia (Modena), Villa Selva (Forlì), Ravenna, Bologna S.Donato. La rotta che connette Bologna e Reggio Emilia con Torino, Milano, Firenze, Roma e Napoli è servita anche dalla nuova linea ad alta velocità, oltre che dalla rete tradizionale.

  • Rete stradale

Le autostrade regionali hanno una copertura di 25,7 km per 1.000 km2, un valore lievemente superiore alla media italiana (22 km). Le autostrade principali offrono un collegamento verso il sud e il nord Italia e sono: A1 (Milano-Napoli), A13 (Bologna-Padova), A14 (Bologna-Taranto), A15 (Parma-La Spezia), A21 (Torino-Piacenza-Brescia), A22 (Modena-Brennero).

  • Porti

Il porto di Ravenna è il più importante in regione ed è leader a livello nazionale per i flussi di materie prime legate ai settori delle ceramiche, cereali, fertilizzanti e farinacei. La regione è anche ben connessa ai principali porti lungo l’Adriatico e il Tirreno (Gioia Tauro, Genova, Napoli, ecc.). La rete fluviale comprende diversi porti e banchine nell’area di Ferrara (tra cui Porto Garibaldi), Pieve Saliceto/Boretto (RE), Piacenza, e 4 porti extra-regionali in Lombardia e in Veneto.

Link

Areoporti

Porto

Compagnie ferroviarie per il trasporto passeggeri:

Principali interporti e centri intermodali

Principali società che si occupano di logistica e trasporto merci in Emilia-Romagna

 

 

 

Strumenti personali

Invest è realizzato da Ervet s.p.a su incarico della Regione Emilia-Romagna

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - P.I. 00569890379 - fax 051/6450310 - e-mail: investinemiliaromagna@ervet.it - info@ervet.it