Qualità della vita e coesione sociale

Occupazione e inclusione sociale

Uno degli aspetti principali del modello di sviluppo regionale è rappresentato dalla capacità di conciliare competitività economica e coesione sociale.
Alcuni indicatori di rilievo, rispetto a questo secondo aspetto, sono il tasso di disoccupazione e la popolazione a rischio povertà o esclusione sociale, entrambi inferiori in regione rispetto alla media italiana ed europea


La quota di popolazione a rischio povertà ed esclusione sociale è inferiore rispetto alla media italiana ed europea.



  • L’ampia diffusione di università e enti di formazione pubblici e privati sul territorio, garantisce la disponibilità di risorse umane altamente qualificate e un’offerta di corsi in linea con le esigenze delle imprese regionali.

 

Sistema sanitario

  • Gli ospedali pubblici in regione sono 55. I posti letto ospedalieri disponibili sono circa 18mila, 72% dei quali in strutture pubbliche con disponibilità di 3,9 posti per pazienti ogni mille abitanti (Siseps, 2018).


  • Disponibilità di servizi ICT nella sanità regionale: fascicoli sanitari, prenotazioni, pagamenti, ecc.
  • L’Emilia-Romagna si posiziona prima in Italia e terza in Europa (dopo Olanda e Svizzera) per la qualità dei servizi sanitari. (Fonte: Fond. Economica Rosselli, 2014).

Infrastrutture digitali e città smart

  • L’Emilia-Romagna è la prima regione Italiana secondo il Digital Economy and Society Index (DESI) elaborato da Ernst&Young nel 2016.
    Bologna si posiziona al primo posto nello Smart City Index 2016 e al secondo nel ICity Rating 2017, ma tutti i 9 capoluoghi regionali si posizionano tra i primi 30 classificati a livello nazionale, su un totale di città considerate superiore a 100 (vedi tabella). Questi due indici sono basati su indicatori legati a diverse tematiche, tra cui: economia, governance, copertura banda larga, mobilità, innovazione, qualità della vita, green economy, ecc




  • L’Emilia-Romagna offre un’ampia copertura territoriale con rete a banda larga. Il 96.2% delle imprese ha una connessione con banda larga.


Produzioni agroalimentari di alta qualità

  • L’Emilia-Romagna è la regione europea con il più alto numero di prodotti DOP e IGP: 44 prodotti certificati DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta), come ad esempio: Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, Aceto balsamico di Modena, ecc.



Patrimonio culturale e naturalistico

  • L’Emilia-Romagna è stata nominata da Lonely Planet come prima destinazione europea da visitare nel 2018, nel rapporto “Best in Europe”.


Il patrimonio culturale e naturalistico è ampio e variegato, inserendo la regione tra le eccellenze nazionali e internazionali, e include:

  • cinque famosi siti UNESCO (Modena, Ravenna, Ferrara, Delta del Po, Appennino Tosco-Emiliano),
  • 170 centri di alto valore culturale,
  • 500 musei, collezioni artistiche, siti storici
  • network di parchi naturali (2 parchi nazionali, 1 parco interregionale, 14 parchi regionali e 14 riserve naturali) e ampia offerta di cammini trekking: https://camminiemiliaromagna.it/en
  • 139 siti di importanza comunitaria, 87 zone di protezione speciale e il 14% del territorio regionale coperto dalla rete europea Natura2000.


Bologna è stata Capitale Europea della Cultura nel 2000 e “Città della Musica” per l’UNESCO nel 2006. Parma è candidata a capitale europea della cultura per il 2020.




Better life index (OCSE)

L’Emilia-Romagna mostra un alto livello di qualità della vita anche secondo il rapporto OCSE sull’indice Better Life (BLI), pubblicato nel 2015. In diverse sezioni tematiche (Reddito, Lavoro, Impegno Civico, Salute, Sicurezza) la regione è nelle posizioni più alte della classifica rispetto alle altre regioni nazionali. A livello nazionale, buona la performance anche rispetto ad altre sezioni tematiche dell’indice: Accesso ai servizi (seconda regione in Italia), Abitare (quinta), Educazione (settima).



 

 

Strumenti personali

Invest è realizzato da Ervet s.p.a su incarico della Regione Emilia-Romagna

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - P.I. 00569890379 - fax 051/6450310 - e-mail: investinemiliaromagna@ervet.it - info@ervet.it