Intro

La regione Emilia-Romagna comprende 334 comuni, raggruppati in una città metropolitana (Bologna) e 8 province (Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia and Rimini). La popolazione regionale conta 4,45 milioni di residenti (1/1/2016).


  • Il sistema produttivo emiliano-romagnolo è sempre più proiettato verso i mercati internazionali ed è caratterizzato da un alto tasso di imprenditorialità, forte presenza di imprese industriali, elevato livello di innovazione e PIL pro capite superiore alle medie nazionali ed europee.




  • I principali settori economici in regione sono legati alle seguenti filiere produttive: Meccanica e Motoristica, Agroalimentare, Abitare e Costruzioni, Moda, Salute, Cultura e Creatività.



  • L’Emilia-Romagna è la regione italiana con la più alta proporzione di personale in R&S per 1.000 abitanti (6,7% nel 2013, mentre la media italiana è 4,1%). Secondo lo studio effettuato dal Regional Innovation Scoreboard della Commissione Europea (EC, 2014), la regione fa registrare il più alto livello di innovazione in Italia, insieme a poche altre regioni. Gli addetti in regione in attività di R&S sono circa 29mila mentre gli investimenti in ricerca e innovazione ammontano a 2.357 milioni di euro nel 2013. I dati relativi al numero di domande di brevetto (EPO) e al numero di addetti in R&S, rispetto al totale della popolazione, fanno registrare una performance della regione migliore delle medie italiane ed europee.




  • Il mercato del lavoro in Emilia-Romagna è uno dei più dinamici a livello nazionale, come mostra il tasso di occupazione (15-64) che fa registrare valori più elevati rispetto alla media europea, nazionale e del nord-est Italia. I valori relativi all’occupazione femminile sono tra i più alti delle regioni europee.



  • Uno degli aspetti principali del modello di sviluppo regionale è rappresentato dalla capacità di conciliare competitività economica e coesione sociale. Infatti, il tasso di disoccupazione e la popolazione a rischio povertà o esclusione sociale sono inferiori rispetto alla media italiana ed europea. I servizi legati alla sanità e al welfare sono diffusi sul territorio. Inoltre, il patrimonio culturale e naturalistico è ampio e variegato, inserendo la regione tra le eccellenze nazionali e internazionali.



L’Emilia-Romagna è la prima regione Italiana secondo il Digital Economy and Society Index (DESI)
elaborato da Ernst&Young nel 2016.  Bologna si posiziona al primo posto in Italia nello Smart City Index 2016 e al secondo nel ICity Rating 2016.


Vedere le sezioni specifiche di “Dati e statistiche” per maggiori informazioni: ·  Economia, Innovazione e conoscenza, Mercato del lavoro, Internazionalizzazione, Qualità della vita e coesione sociale.


 

 

Strumenti personali

Invest è realizzato da Ervet s.p.a su incarico della Regione Emilia-Romagna

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - P.I. 00569890379 - fax 051/6450310 - e-mail: investinemiliaromagna@ervet.it - info@ervet.it